ADProperant  -  
STAGIONE:  
  
Prima TV :30.03.2009
Scritto da :Joe Pokaski
Diretto da :Jim Chory
Nathan e Claire arrivano al motel Puerta al Cielo a Patzcuaro, Messico; l'impiegato chiede ai due quanto tempo rimarranno. Nathan tira fuori tutti i soldi che ha: bastano solo per una notte. L'impiegato, notando Claire, dice che il prezzo è differente se paga a ore. Nathan esclama: "E' mia figlia!", ed esce. Claire rettifica che lui è solo il suo padre biologico.



Fuori, Nathan racconta a Claire che è stato scoperto e il lasciapassare per lei è stato revocato, ma la giurisdizione di Danko non arriva fino in Messico, per il momento. Quando Claire chiede come stanno gli altri, Nathan le assicura che farà alcune chiamate per mettere in moto alcune cose. Appena entrati nella loro stanza d'albergo, Nathan fa notare che devono mangiare, e si offre di comprare a Claire dei tacos, ma lei gli ricorda che non hanno soldi. Claire vuole uscire per una passeggiata, ma Nathan pensa che sia meglio rimanere insieme nella camera, per la loro sicurezza. Lei promette di essere prudente, e dà appuntamento a Nathan in un pub.



A New York, Peter e Angela atterrano in un vicolo. Angela chiama Peter "suo angelo guardiano" e "ottimo figlio". Peter, ancora arrabbiato, le dice che l'ha salvata solo per avere delle risposte; Angela gli dice che potrebbe non averle ma Peter ne è sicuro. Angela afferma di volere anche lei delle risposte e, per questo, ha chiesto al figlio di portarla in questa chiesa.



In una casa ad Arlington, Virginia, giacciono tre corpi senza vita di tre agenti. Una squadra esamina la scena del crimine, mentre Noah controlla i corpi. Danko chiede ad un agente vicino a lui, di nome Jenkins, cosa è successo; Jenkins e altri tre agenti tendevano una trappola a James Martin. Questo il racconto di Jenkins: "Io controllavo l'ingresso mentre i tre agenti facevano irruzione nella casa. Dopo aver sentito tre colpi di pistola, sono entrato e ho trovato i tre agenti morti. Non ho visto nessuno." Finito il racconto, Jenkins vomita, scusandosi e Danko lo rimanda al quartier generale.
Noah, esaminando i corpi, chiede perché erano a caccia di James Martin; Danko gli risponde che lo avevano individuato tramite il database nazionale del DNA. Ma aggiunge anche che non erano a conoscenza della sua abilità. Noah rimprovera Danko per aver mandato uomini allo sbando, perché bisogna conoscere il potere contro cui si combatte, in quanto ogni abilità richiede una tattica diversa.



Danko torna nella sua auto e, prendendo un grosso respiro, chiude gli occhi e ascolta la radio, tenendo in mano una sigaretta e con la pioggia battente fuori. Improvvisamente Sylar compare sul sedile posteriore e chiede a Danko se ha ricevuto i regali che gli ha lasciato: il coniglio imbalsamato e il marionettista. Sylar spiega che loro due vogliono la stessa cosa - uccidere gli umani evoluti. Mentre Sylar offre il suo aiuto per catturare e uccidere James Martin, Danko raggiunge lentamente la sua pistola, ma Sylar scompare prima che Danko possa usarla. Confuso, si guarda intorno, e se ne va. Sylar sta in piedi in cima ad un edificio e sotto la pioggia battente.



Nell'Edificio 26 Danko annuncia che l'obiettivo primario è James Martin, poiché ha ucciso tre dei suoi uomini e le loro morti non dovranno essere vane. Prende la foto del fuggitivo e la scambia con quella di Sylar in cima alla lavagna. Noah si complimenta con Danko per le sue parole, e Danko gli rivela che il team ha bisogno di una vittoria. Danko chiede a Noah un consiglio per un piano e lui gli suggerisce il famoso "Uno di Noi, Uno di Loro". Quando Danko chiede coma fa Noah a fidarsi di loro, lui gli spiega che dovrebbero essere visti come armi. Infine Noah suggerisce di provare a catturare Sylar che, secondo le fonti, si troverebbe in Washington DC. Danko rifiuta e propone a Noah un diverso incarico per lui: Angela Petrelli.



A Patzcuaro, Claire incontra Nathan in un pub, e gli da una piccola quantità di soldi, ottenuti vendendo una collanina che l'altro padre le ha regalato. Non voleva venderla ma avevano bisogno di soldi. Nathan ribadisce di avere tutto sotto controllo e le ricorda che la situazione non è facile. Dopo che Claire gli risponde a tono, Nathan le chiede perché non apprezza il fatto del lasciapassare e del suo salvataggio. Claire risponde alla domanda con una domanda: perché le ha dato il lasciapassare. Nathan sfugge alla domanda dicendole che aveva le sue ragioni. Quindi prende i soldi, dicendo a Claire che potrebbe riuscire ad averne molti altri, e si avvicina a dei ragazzi che stanno bevendo tequila.



Peter entra nella chiesa e si siede di fianco ad Angela, ancora bagnata per la pioggia. Lei confessa che non è stata capace di dormire e sognare, e quindi non sa cosa fare. Rivela anche che il sonno deve essere naturale, altrimenti la divinazione tramite sogni non funziona. Angela spiega che ha sempre trovato conforto in questa chiesa; la chiesa in cui si è sposata con Arthur, la chiesa in cui Peter ha preso la sua Prima Comunione. Angela racconta a Peter che nella famiglia c'era sempre stato amore, ma il tutto era svanito per alcuni suoi errori. Quando Peter le chiede se è venuta per chiedere perdono, lei gli risponde: "Non credo che Dio possa perdonarmi".



Di nuovo in Messico, Nathan sta sfidando i ragazzi ad una gara di bevute. Sentendo le intenzioni di Nathan, Claire gli cheide perché lo sta facendo. Rassicurandola, Nathan le risponde che ha già fatto una cosa simile da giovane, nelle Filippine. Riluttante, Claire lo lascia fare, e si siede in un angolo del pub, vicino al tavolo della sfida.



L'Agente Jenkins entra nell'ufficio di Danko e gli stringe la mano, ringraziandolo per le sue parole di ispirazione. Il cellulare di Danko si mette a suonare; è Sylar che gli dice di aver trovato un altro corpo, e gli suggerisce di guardare nella scatola presente nell'ufficio. Danko la apre e trova la testa dell'Agente Jenkins; Sylar rivela che James Martin è un mutaforma, e si è trasformato nell'Agente Jenkins. Danko alza lo sguardo e vede Martin, nella forma dell'Agente Jenkins, lasciare l'ufficio; subito lo rincorre insieme ad altri agenti. Nella parte nord-est del posteggio dell'Edificio 26, Martin continua a camminare finché Danko non gli spara; a questo punto si mette a correre. Martin incontra un addetto alle pulizie, gli stringe la mano e si trasforma in lui. Danko e i suoi uomini perdono le tracce di Martin, ce fugge attraverso una porta d'emergenza.



Peter trova un cappotto per Angela; lei lo aveva donato alla chiesa per farlo avere a chi ne aveva bisogno. Peter insiste dicendo che lei ne ha bisogno e la aiuta ad indossarlo. Peter è sorpreso dal fatto che sua madre sia ancora attiva nella beneficenza. Angela racconta a Peter di come lei e Arthur non hanno supportato i figli mentre crescevano, e si dispiace di non aver rivelato molte cose e di non aver aiutato i figli come avrebbe dovuto. Lei crede che Peter la odi. Peter schiva l'accusa offrendo a sua madre del te, per riuscire a trovare sonno, ma poi le dice di non odiarla perché, qualsiasi cosa accada, lei rimane sempre sua madre.



E' notte nel pub a Patzcuaro, Nathan e un ragazzo sono ad un testa a testa fino a quando non interviene Claire, chiedendo un pareggio, visto che entrambi sembrano ubiachi fradici. Nathan la rassicura e le dice che stanno bene, ma Nathan cade dalla sedia: ha perso. Il ragazzo canta vittoria ma Claire gli offre un altro match puntando tutti i soldi contro l'orologio del padre. Il ragazzo esita in quanto ha già bevuto 22 bicchieri, ma Claire insiste.



Sylar entra nella casa di James Martin, e trova Danko che lo aspetta. Danko gli dice che le sue azioni sono abbastanza prevedibili: è tornato indietro perché vuola l'abilità di Martin. Sylar gli risponde che si diverte, ma Danko pensa che Sylar è disperato di non poter essere nessun altro se non se stesso. Quindi Danko dice a Sylar che potrebbe semplicemente sparargli in testa, ma lui replica dicendo che il punto esatto che dovrebbe colpire è molto piccolo. Danko dice che catturare o uccidere Sylar potrebbe essere un'ottima iniezione di fiducia per la sua squadra, ma Sylar gli ricorda di essere solo uno dei tanti nella sua lista e gli offre il suo aiuto per trovarli tutti per poi dare a Danko la possibilità di sparare il suo colpo. Danko esitante abbassa la pistola.



Angela è seduta con gli occhi chiusi a pregare mentre fuori dalla chiesa tuona. Peter la guarda, e va verso l'altare, dove è situata una statua di Gesù. Peter parla alla statua, dicendo che ha sempre voluto essere straordinario, e promette che aiuterà le persone, ma ora sta scappando per salvare la sua vita e non può aiutare nessuno. E' arrabbiato con tutti: Arthur, Nathan, Angela e Dio. Si domanda se Dio ascolti le preghiere e, accendendo una candela, lo prega di manifestarsi. Pochi secondi dopo, un colpo di vento fa spegnere le candele. Peter si gira e vede alcuni agenti bloccare il perimetro della chiesa. Peter si incammina verso sua madre e insieme si nascondono in un confessionale.



Nell'appartamento, Sylar e Danko cercano indizi su Martin per riuscire a trovarlo. In un armadio Sylar trova un vestito da avvocato, uno da prete, uno da dottore e molti altri e intuisce che sono tutti vestiti di uomini di potere. Trovano anche molte foto di vari uomini in compagnia di donne estremamente attraenti e capiscono che tutti gli uomini delle foto sono James Martin; sta usando la sua abilità per trovare l'amore. Dopo aver cercato ancora trovano una scatola di fiammiferi con la pubblicità di un night club, il Giardino dell'Eden, e capiscono che è un cliente abituale.



Una sobria Claire sta vincendo conto il ragazzo, e lui è sorpreso dal fatto che lei non sembra minimamente ubriaca. Lei si ferma un attimo e poi scoppia a ridere, fingendo di essere ubriaca. Dopo aver parlato ancora un po', il ragazzo cade dalla sedia, perdendo la sfida. Claire raccoglie i soldi, l'orologio e Nathan e se ne va al motel.



Di nuovo nella chiesa, gli agenti stanno cercando i fuggitivi. Dentro al confessionale, Angela si scusa con Peter, ma lui le chiede di stare tranquilla per non essere catturati. Angela insiste che gli deve parlare, perché potrebbe essere l'ultima occasione che ha per farlo. Lei spiega che quando era giovane, era piena di speranza, come lui, e voleva essere un'insegnante. Ma poi si manifestò il suo potere e iniziò a sognare morte e distruzione, e un'apocalisse in arrivo. Lei provò ad avvertire tutti, ma nessuno le credeva. Mentre sta parlando, qualcuno si avvicina al confessionale. Lei continua a parlare, ammettendo di aver mentito, manipolato e perso tutti - gli amici, il marito, i figli - ma questo era il prezzo che ha scelto di pagare per salvare il mondo. Appena finisce, si apre la porta del confessionale e appare Noah. Lui sta fermo per alcuni secondi prima di dire agli agenti che nel confessionale non c'è nessuno.



Al Giardino dell'Eden, Sylar e Danko stanno cercando Martin e Sylar lo trova seduto con una donna, trasformato in Danko. Danko non capisce perché Martin vorrebbe essere lui, e Sylar gli spiega che Danko fa parte delle persone con molto potere e autorità. Mentre sta abbracciando la donna, Martin vede il vero Danko attraverso la folla e si mette a correre.



Claire accende le luci nella stanza del motel, dicendo a Nathan di non volare mai nelle sue condizioni. Nathan si domanda come Claire possa essere sobria, e lei crede che la sua abilità possa aver aiutato. Lui si scusa con Claire e le confessa che, appena saputo di avere una figlia, non la riteneva un problema, e pensa che, se fossero stati dstanti ancora un po', si sarebbero trovato più avanti e avrebbero avuto un rapporto migliore. Poi le rivela il motivo del lasciapassare: voleva assolutamente averla con lui. Claire inizia a piangere mentre guarda il padre, che si addormenta dicendo che le cose miglioreranno per Peter, per Angela e per Claire. Lei si asciuga una lacrima dal viso prima di rimboccare le coperte al padre.



Nel club, Danko trova Sylar e gli dice che ha perso le tracce di Martin. Abbastanza confuso, Sylar dice che le ha perse anche lui. Danko conclude che Martin deve essersene andato e che lui e Sylar dovrebbero andarsene, Danko esce dalla porta e Sylar lo segue appena dietro, tirando fuori una pistola dalla tasca e puntandola alla testa di Danko. Si sente uno sparo, ma è Danko che si è girato e ha colpito Martin, trasformato in Sylar. Il vero Sylar si avvicina ai due, scioccato dal fatto che Danko ha ucciso Martin, ma Danko lo corregge, dicendo che Martin è ancora vivo e qindi Sylar può prendersi l'abilità, cercando di non lasciare tracce sul corpo. Sylar sogghigna, chiude la porta e si prepara a prendersi cura di Martin.



Il mattino seguente, Claire si sveglia e Nathan la ringrazia per averlo aiutato. Lei vuole sapere se stanno per partire per Washington, ma lui dice di no, perché non ha ancora fatto alcuna chiamata. Lei gli chiede riguardo alla chiaccherata della notte precedente, ma lui si scusa dicendo che era ubriaco. Claire gli dice che, durante gli anni dell'infanzia, ha immaginato molto come fosse il suo vero padre, solo per poi scoprire che era ancora più fantastico di come lei credeva. Lui può fare quello che vuole e volare, come faceva Superman. Quindi Claire esce dalla stanza.



Nella chiesa, Angela si sveglia sulla spalla di Peter. Lei gli dice che ha dormito e ha sognato un angelo che vegliava su di lei. Ora sa cosa bisogna fare: prima di tutto devono trovare Nathan e Claire per riunire la famiglia, e poi cercare sua sorella. Peter sembra confuso appena Angela le parla della sorella, ma Angela sorride e gli dà un colpetto sul collo.



Claire sa aspettando il pullmann ad una fermata, quando Nathan, vestito bene, arriva dietro di lei. Lei gli chiede che ore sono e lui le risponde che non ha il suo orologio. Invece tira fuori dalla tasca la collana che Claire aveva venduto al banco dei pegni e gliela mette al collo. Poi Nathan le chiede di andare con lui e Claire, riluttante, decide di seguirlo.



Noah cammina lungo una via per incontrare Danko, che sta guardando una sacca per cadaveri. Noah la apre e vede Sylar. Quando Danko se ne va, Noah controlla la parte posteriore del collo di Sylar e ci trova un coltello piantato dentro. Una donna si avvicina dietro a Noah, chiedendogli se va tutto bene, e chiudendo il sacco.



Angela cammina fiduciosa verso l'uscita della chiesa con Peter di fianco a lei. Lui si ferma e si gira a guardare l'altare; sorride, da la mano alla madre e insieme escono dalla chiesa.



Danko è seduto nella sua auto con la radio accesa, e con una sigaretta, fino a quando la donna che ha chiuso il sacco dei cadaveri entra nell'auto. Lei osserva che le sigarette fanno male. Danko le chiede come si è sentita a chiudere il sacco per i cadaveri, quando la donna inizia a urlare dal dolore, e si trasforma in Sylar. "Catartico, Poetico e Utile Tatticamente", risponde, guardando nello specchietto dell'auto. Danko dice che se seguiranno il suo piano, Sylar sarà l'unica persona con poteri che rimarrà alla fine della caccia. Sylar lo guarda compiaciuto. Danko accende la macchina e i due se ne vanno.