STAGIONE:  
  
Prima TV :03.02.2001
Scritto da :Emily Skopov
Diretto da :Garth Maxwell
L'arcangelo Michele chiama Xena per uccidere Caligola, l'imperatore romano diventato immortale che sta uccidendo gente nella ricerca di assoluto potere.In un campo pieno di uomini massacrati, l'arcangelo Michele (Charles Mesure) informa Xena e Olimpia che il malvagio imperatore romano Caligola è ora immortale ed ha iniziato ad uccidere nella ricerca di assoluto potere. Chiede l'aiuto di Xena insistendo che solo lei, grazie al potere di uccidere gli dei, può fermare Caligola. Sapendo che degli innocenti stanno venendo uccisi e temendo che sua figlia Evi (Adrienne Wilkinson), ora residente a Roma, sia in grave pericolo, Xena accetta di aiutarlo. A Roma, Caligola consegna la sua spada a un sacerdote che glie la infilza nello stomaco provando la sua immortalità alla folla. La gente si agita ed Evi viene spinta davanti a Caligola per lodare il bene di Belur. Poco dopo, Olimpia, travestita da Cynda di Tracia, arriva e annuncia l'arrivo della grande auriga Saaba (Lucy Lawless), che viene dalla Gallia per rendere omaggio a Caligola. Quando Caligola ordina ai suoi uomini di aprire i cancelli, Saaba, con un affascinante costume e una maschera d'oro, gli si avvicina sul suo carro.
Eccitato dalla sfida, Caligola si avvicina a lei e, prima che realizzi ciò che sta per succedere, Saaba salta, atterra sul suo carro e gli punta un pugnale alla gola. Prima che possa pugnalarlo, Marte (Kevin Smith) balza fuori dalla folla e afferra Saaba informandola che se Caligola muore, succederà la stessa cosa a sua sorella Venere (Alexandra Tydings). Dopo che Marte viene portato in prigione, Caligola pretende una spiegazione da Saaba. Cynda entra in scena, insistendo che Saaba lo stava sfidando ad una corsa coi carri per poter apparire davanti al supremo Cesare. Intrigato, Caligola invita le donne alla festa che si terrà quella sera al palazzo. Quella sera, Xena dice a Olimpia di andare alla festa per cercare di trovare la connessione tra Venere e Caligola mentre lei va a visitare Evi e Marte alla prigione. Mentre i festeggiamenti iniziano, Olimpia cerca di fare alcune domande a Caligola e a Venere. Nella prigione Xena chiede a Marte del collegamento tra Caligola e Venere e l'ex dio rivela che sua sorella è diventata la schiava del sesso di Caligola ed ha accettato un'unione che collega le loro vite; se però Caligola la tradisce o se Venere lo abbandona, il collegamento si spezza.
Quando Saaba arriva alla festa, Olimpia la informa che Venere non si ricorda di loro e neanche del suo passato. Xena realizza che Caligola, avendo bisogno dell'immortalità di Venere, le ha tolto la memoria. Più tardi Marte viene portato nel salone e Venere ordina a Saaba di ucciderlo. Saaba stuzzica Caligola, baciandolo e mordendo il suo labbro, poi si avvicina a Marte ed inizia a stuzzicare anche lui. Mentre Caligola guarda, il suo labbro inizia a sanguinare. Credendo di aver perso la sua immortalità, l'imperatore prende Saaba e fa sgombrare la stanza; poi ordina ad una guardia di pugnalarlo e si solleva quando non succede niente. Nel frattempo, Olimpia mette alle strette Venere e la manda in lacrime nel tentativo di farle tornare la memoria. Nella sala principale, Saaba dice a Caligola di essere la dea celtica del sesso con il potere di uccidere gli dei. Quando si offre di prendere il posto di Venere, Caligola rifiuta, lasciandole togliere le catene. Il giorno seguente, Caligola entra nel salone e Saaba non c'è più. L'arcangelo Michele appare e dice a Caligola che Saaba ha richiesto che Caligola uccida Evi con le sue mani. Usando Evi come esca per Xena, Michele convince la ragazza a tornare al palazzo per portare il messaggio di Belur all'imperatore. Mentre Evi si inchina davanti a Caligola, l'imperatore solleva un pugnale per ucciderla ma si ferma quando Saaba entra e la colpisce facendola svenire.
Convincendo Caligola di avere bisogno di qualcosa di meglio di Venere, Saaba gli dice di rinchiudere Evi in prigione assieme a Marte. Nella stanza di Xena e Olimpia, Michele si materializza e si prepara ad uccidere Venere, sostenendo che l'ex dea dell'amore ha perso la sua immortalità. Xena entra e combatte con Michele. Avendo la meglio, Xena sta per pugnalarlo quando una luce accecante la blocca. Olimpia va a soccorrerla e Xena rivela che Belur le ha tolto il potere di uccidere gli dei. Venere riacquista subito la memoria e rompe la relazione con Caligola. Tutti ora credono che il collegamento tra i due si sia spezzato, rendendo Caligola nuovamente mortale. Xena scopre però che Venere ha completamente perso la sua immortalità e che Caligola l'ha assorbita. Il giorno seguente Saaba entra nella piazza della città, lega Evi ad un palo e sale sul palco per annunciare che lei e Caligola faranno una gara mortale sui carri. Se Caligola vincerà, potrà uccidere Evi ma se Xena trionfa, potrà uccidere Caligola. Messo alle strette, Caligola sale sul carro e i due combattono furiosamente durante la gara fino a che Caligola perde il controllo e cade. La folla si agita quando Saaba sta per trafiggere l'imperatore con la sua spada ma, all'ultimo momento, Xena glie la porge. Caligola, umiliato, prende la spada e si uccide.


Guest Star:
Adrienne Wilkinson (Evi), Alexandra Tydings (Venere), Kevin Smith (Marte), Charles Mesure (Michele), Alexis Arquette (Caligola)

Per questa guida si ringrazia:
www.mezza-notte.com/xena
www.xenamedia.too.it