STAGIONE:  
  
Prima TV :04.11.2000
Scritto da :Melissa Good
Diretto da :Chris Martin-Jones
Viaggiando attraverso il deserto africano, Xena e Olimpia intervengono per aiutare due trib¨ nomadi in guerra unite contro un nemico comune: i romani.Viaggiando nel deserto Xena e Olimpia affrontano una grande tempesta di sabbia. Individuando una battaglia nelle vicinanze le due si precipitano in aiuto di tre nomadi comandati dalla forte guerriera Kahina (Alison Bruce), contro gli assalitori di un'altra trib¨. Mentre gli attaccanti scappano, Kahina, sospettosa, rimprovera Xena per aver interferito nel combattimento. Dopo aver sentito Olimpia dire il nome "Xena", Kahina e il suo gruppo alzano le armi convinti che le donne davanti a loro siano impostori. Xena prova subito la sua identitÓ disarmando i nomadi con il chakram. Quella notte, durante una festa in loro onore, Kahina informa Xena e Olimpia che porterÓ il suo popolo in battaglia contro i loro peggiori nemici: i romani. Nella loro tenda, Olimpia chiede a Xena come fa a decidere chi uccidere o chi ferire durante la battaglia.
Xena spiega che non c'Ŕ tempo per decidere e che bisogna contare sull'istinto. All'alba, Xena, Olimpia e Kahina si dirigono al campo dei nemici, i nomadi di Tazere (Rawiri Paratene), per fare pace cosý che le due trib¨ possano unirsi contro i romani. Quando il trio raggiunge Tazere, suo figlio Korah (Owen Black) conferma che Xena e Olimpia erano le valorose guerriere che aveva visto combattere il giorno prima. Xena, Kahina, e Tazere escogitano un piano mentre Korah chiede a Olimpia di insegnargli ad usare i sai. Xena e Olimpia decidono di controllare il villaggio romano. Xena, fingendo di essere una nobile romana e Olimpia, travestita da sua schiava, raggiungono il governatore Dalius (John O'Leary). Xena dichiara che suo marito proviene da una famiglia molto ricca e che vuole sapere se il villaggio Ŕ un buon posto per investire denari. Dalius la assicura che il villaggio ha eccellenti prospettive e che l'intera regione sarÓ presto sotto il dominio romano.
Desideroso di impressionarla, la informa che tre legioni molto forti sono dirette nell'area interessata per controllare le trib¨ locali. Dopo aver lasciato il villaggio, Xena e Olimpia vengono sorprese da un'altra tempesta di sabbia durante la quale Olimpia vede una figura dirigersi alle spalle di Xena con una spada. Istintivamente Olimpia estrae un sai e trafigge l'attaccante prima che possa colpire Xena. Mentre cade a terra, Olimpia rimane scioccata nello scoprire di avere ucciso erroneamente Korah mentre stava portando una pergamena. Xena scopre che la pergamena portata da Korah era un trattato di pace tra Kahina e Tazere. Xena manda Olimpia al campo di Kahina mentre lei consegnerÓ il corpo di Korah a suo padre. Quando Tazere vede il corpo senza vita di suo figlio, giura che qualcuno dovrÓ pagare per la sua morte. Per il momento Xena gli fa credere che i responsabili siano i romani.
Al campo di Kahina, Xena arriva ad informare che i romani stanno per attaccare. Poco dopo un gruppo di uomini di Kahina e di Tazere portano un soldato romano convinti che sia l'assassino di Korah. Ma prima che inizino l'esecuzione, Olimpia confessa la sua colpa. Quando Olimpia cerca di spiegare a Tazere che la sua azione Ŕ stata frutto di un errore, lui rimane imperterrito e la giudica un'assassina. Sola e afflitta ricorda alcune scene della sua vita trascorsa. Olimpia conclude che la sua morte sarÓ la cosa migliore per tutti. Il giorno seguente Xena, determinata a salvare la sua amica, va a parlare a Dalius. Nel frattempo gli uomini di Tazere sotterrano Olimpia nella sabbia lasciando fuori solo la testa. I nomadi stanno per attaccare Olimpia a cavallo, dondolando le loro mazze verso la sua testa, nel momento in cui i romani arrivano con Xena. Scoppia il caos e Xena libera Olimpia. Xena e Olimpia si incontrano con i nomadi e Olimpia dichiara che sta andando a combattere i romani in onore di Korah. Xena mobilizza le forze nomadi e la battaglia inizia. Olimpia vede Tazere in difficoltÓ e corre a salvarlo. Un'altra tempesta di sabbia si abbatte sul territorio e i nomadi escono vittoriosi dal combattimento. Quella notte, Olimpia e Tazere fanno pace.


Per questa guida si ringrazia:
www.mezza-notte.com/xena
www.xenamedia.too.it