ADProperant  -  
STAGIONE:  
  
Prima TV :01.10.2007
Scritto da :Michael Green
Diretto da :Allan Arkush
Un secchio d’acqua tirato sul viso risveglia Peter Petrelli in una stanza del Wandering Rocks Pub a Cork, in Irlanda. Quando il capo della gang, Ricky, gli chiede degli iPod spariti, Peter risponde che non sa niente, il che gli procura una scarica di pugni in faccia.

Dopo aver mandato Claire a scuola, Noah mostra a sua moglie un articolo di giornale sulla morte di Kaito Nakamura. Dice che sapeva che sarebbe succeso e le mostra un dipinto di Isaac che ritrare la stessa scena del giornale. Il dipinto fa parte di una serie di otto, e Noah decide di trovare gli altri sette.

Sul terrazzo dei Deveaux, il detective Matt Parkman interroga Ando sull’accaduto. Ando indica il simbolo del Godsend tracciato sulla fotografia di Kaito: è l’insegna del leggedario samurai Takezo Kensei. Sulla foto c’è un’impronta digitale di Angela Petrelli.

A Otsu, in Giappone, nel 1671, Hiro cerca di risvegliare Kensei dalla sua sbornia immergendogli la testa in un abbeveratoio e lo incita a inseguire Yaeko per farne la sua principessa, rispettando la leggenda. Ma Kensei si accascia ubriaco e Hiro decide allora di prenderne in prestito il cavallo e l’armatura.

A Hartsdale, New York, Bob assegna a Suresh la sua prima missione: andare a Port-au-Prince a esaminare un uomo che potrebbe avere lo stesso virus di Shanti. Nel frattempo, Maya e Alejandro cercano rifugio in casa di una vecchia conoscenza che li aiuterà ad attraversare il confine col Messico.

Caitlin, sorella di Ricky, pulisce le ferite di Peter. Spiega che il fratello doveva fare il colpo per conto di un tale McSorley e che questi attende la consegna per quello stesso giorno. Peter non ricorda ancora nulla né degli iPod né di sé, eccetto che può emettere scariche elettriche dalle mani. Caitlin nota con stupore che le ferite di Peter sono guarite in un istante.

Suresh arriva a Port-au-Prince e trova l’uomo che cerca... l’Haitiano! In Guatemala, una sensitiva prende le mani di Maya. La donna chiude gli occhi, ma all’improvviso grida e dice a Maya che porta in sè una "morte nera", sufficiente a uccidere il diavolo. “Nessuno può guarirti” le dice “Sei maledetta”.

Hiro, travestito da Kensei, va al salvataggio di Yaeko, che sta cercando di affrontare un gruppo di banditi. Hiro usa il suo potere per disarmare i guerrieri e metterli in fuga, e fa colpo sulla bella Yaeko. I due iniziano a innamorarsi, sullo sfondo dei ciliegi in fiore.

Peter riesce a usare uno dei suoi poteri per passare attraverso le corde che lo legano. Mentre sta per fuggire, due malviventi entrano nel pub e aggrediscono Caitilin. Peter la soccorre e con i suoi poteri dà loro una lezione indimenticabile.

West blocca Claire all’uscita da una lezione di biologia sulle lucertole e le loro capacità rigenerative. Dopo aver notato l’interesse di Claire, il ragazzo afferma di essere appassionato di genetica e di aver trovato il libro di un professore indiano che potrebbe piacerle. Claire tenta di liberarsene, ma quando arriva al parcheggio si accorge che la macchina le è stata rubata.

Suresh inietta il suo sangue all’Haitiano e il virus regredisce. Lo scienziato teme che la malattia stia diventando più aggressiva. Quando l’Haitiano si rende conto che Mohinder lavora per l’Organizzazione, ne cancella i ricordi, o così sembra a Bob quando ritrova il professore dopo aver perso contatto con lui per giorni.

Nidia, la guida di Maya e Alejandro, li aiuta a oltrepassare il confine di notte, ma quando arriva la polizia, i due fratelli vengono separati e Maya, in preda al panico, inizia a piangere lacrime nere; Nidia rimane istantaneamente avvelenata. Alejandro trova la sorella e stringendole le mani e sussurrando una cantilena fa svanire il veleno. Nidia si riprende ma è terrorizzata e abbandona i due fratelli al loro destino.

Claire fa visita a suo padre al Copy Kingdom per dirgli del furto della macchina. In realtà la ragazza vuole confidare la sua sofferenza nel dover nascondere la sua abilità e non poter scoprire quali siano i suoi limiti. Bennet la avverte che l’Organizzazione la trasformerà in una cavia da laboratorio se la trova.

A New York, Matt interroga Angela Petrelli sull’omicidio di Kaito. Matt legge i suoi pensieri e sente che l’omicidio è stata una vendetta. Quando le chiede ad alta voce se qualcuno cerca vendetta, Angela capisce che è un telepate e chiede un avvocato. “Esci dalla mia testa!” pensa la donna minacciosamente. All’uscita, Matt incontra Nathan che è venuto a prendere la madre, ma i due sono richiamati dalle urla di Angela mentre un aggressore misterioso la attacca. Trovano Angela singhiozzante, il volto tutto graffiato, ma dell’aggressore nessuna traccia.

Ricky ritorna al Wandering Rocks Pub e grida contro Peter per aver preso a pugni il figlio del boss locale e scatenato una guerra tra bande. Ricky propone che per riparare al danno, Peter li aiuti a fare un colpo che possa farli rientrare nei favori del boss. Peter rifiuta fino a che Ricky non gli mostra una scatola che afferma di aver trovato nel container. Dice che contiene informazioni su Peter e lo chiama per nome, poi promette di ridargliela se li aiuterà.

Yaeko trova Kensei e lo prega di andare a salvare suo padre, tenuto prigionero dai banditi. Kensei si fa convincere da Hiro ad aiutarla, ma non appena mette piede fuori dalla taverna è infilzato da tre frecce, scagliate dagli stessi banditi che Hiro ha messo in fuga. Hiro si dispera, ma dopo aver estratto una freccia dal cuore le ferite di Kensei si chiudono come per magia.

Al telefono, Suresh dice a Bennet che è andato tutto bene e l’Organizzazione non ha sospetti. Quando attacca il telefono, Bennet si trova alle spalle il suo vecchio amico, l’Haitiano – che era evidentemente d’accordo con Mohinder.

A casa “Butler”, Claire decide di scoprire se può farsi ricrescere un arto e si mozza il mignolo del piede. Mentre assiste scioccata alla ricrescita, si accorge che c’è West fuori dalla finestra. La ragazza corre fuori, ma l’unica cosa che vede è il libro di Chandra Suresh per terra, mentre Mr. Muggles abbaia freneticamente al cielo...