STAGIONE:  
  
Prima TV :15.01.2000
Scritto da :George Strayton, Tom O'Neill
Diretto da :Garth Maxwell
Belur sfida Marte con lo scopo di rovesciare gli dei e Xena scopre la vera identità del padre di suo figlio.In una taverna, Petracles (James Gaylyn) dice alla sua gente che è arrivato il momento di smettere di servire gli dei. Quando un paesano contrario estrae un pugnale, il chakram di Xena (Lucy Lawless) arriva e taglia un scythe di un altro paesano a metà. Ma il tentativo di Xena di impedire violenza nei confronti di Petracles e i suoi uomini viene impedito quando Olimpia (Renee O'Connor), superprotettiva, attacca un altro uomo nel gruppo mentre prende un fazzoletto dalla tasca. Marte (Kevin Smith), volendo fermare la rivolta contro gli dei, arriva in scena e minaccia la vita di Xena se si mette contro di lui. Xena e Olimpia scortano Petracles e i suoi uomini ad un tempio di Marte dove Belur (Timothy Omundson), il maestro di Petracles, sta dicendo ai suoi seguaci di bruciare le loro armi e di contare sull'amore come sola arma nella lotta contro gli dei.
Xena e Olimpia sono contente di vedere il loro vecchio amico Belur ma lo avvertono che il solo amore non potrebbe essere sufficiente per proteggere lui e i suoi seguaci dalla furia dell'Olimpo. Più tardi, mentre Olimpia e Belur parlano di guerra e pace, Marte appare per minacciare Belur. Nel frattempo, l'Arcangelo Callisto (Hudson Leick) visita Xena e la avverte di non interferire nella battaglia tra Belur e Marte. Callisto visita poi Belur e gli dice il più gentilmente possibile che il suo destino è di morire per la sua causa. Incapace di convincere Belur a rinunciare al suo proposito, Xena va alla ricerca dell'armata di Marte. Olimpia resta per proteggere Belur da Marte ma si allontana quando Belur le supplica di avere fiducia in lui. Quando accetta, Marte trafigge Belur con la sua spada e lo uccide. Xena sente le urla di Olimpia e corre nella piazza del villaggio. I discepoli del maestro guardano scioccati Olimpia che tiene tra le braccia Belur.
Mentre Marte progetta la sua prossima mossa, Xena brucia il corpo di Belur su una pira funeraria. Al sepolcro, viene visitata da Callisto che le dice che la morte di Belur non era arbitraria e che il suo spirito non morirà mai. Xena trova conforto nelle parole di Callisto e le chiede di essere portata nel luogo in cui è custodito il pugnale di Helios, un'arma che può uccidere gli dei. Xena vuole compiere il sogno di Belur liberando il mondo dalla tirannia di Marte una volta per tutte. Nel frattempo, Marte raggiunge Olimpia, che è pervasa dalla colpa per la morte di Belur. Facendole assaporare i suoi poteri, Marte cerca di sedurla per unirla a lui. Olimpia sembra aver abboccato all'amo e gli dice di insegnarle tutto quello che ha detto a Xena.
Dopo una lezione in cui Marte fa uscire la sua violenza, Olimpia visita la tomba di Belur e realizza che deve portare avanti la sua causa. Quando Olimpia inizia a combattere contro Marte, Xena arriva con il pugnale di Helios, pronta ad uccidere il dio della guerra. Ma puntandogli il pugnale alla gola, Xena vede l'immagine di Belur riflessa sulla lama. Realizzando che la morte di Marte sarebbe stata contro i voleri di Belur, Xena decide di lasciarlo in vita. Marte distrugge il pugnale e scompare. Xena rassicura Olimpia dicendole che non l'ha mai incolpata per la morte di Belur e le due si riconciliano. Ora un angelo, Belur appare con Callisto per ringraziare Xena e Olimpia per aver tenuto in vita la sua causa. Callisto si avvicina a Xena e le rivela di essere sia il padre di suo figlio che suo figlio e, dopo aver appoggiato una mano sul suo stomaco, il suo spirito si reincarna nel bambino.


Per questa guida si ringrazia:
www.xenamedia.too.it