STAGIONE:  
  
Prima TV :20.05.2000
Scritto da :Robert Tapert
Diretto da :Rick Jacobson
Con le vite di Olimpia e Evi in pericolo, Xena affronta gli dei in quest'ultimo episodio di stagione.Distrutta dal dolore, Evi (Adrienne Wilkinson) cammina disperata nel deserto sotto il sole ardente seguita in lontananza da Xena (Lucy Lawless) e Olimpia (Renee O'Connor). Sebbene Olimpia non sa se aiutarla dopo quello che ha fatto a Corilo (Ted Raimi), accetta di aiutare Xena a salvare sua figlia. Nel frattempo, quando Marte (Kevin Smith) dice agli dei che Livia è Evi, le divinità decidono di chiedere aiuto alle Furie. Dopo che Xena ha salvato Evi da un gruppo di romani arrabbiati determinati a vendicare la morte dei loro cari, le Furie iniziano a riempire la mente di Olimpia con pensieri negativi nei confronti di Evi. Uno dei seguaci di Belur (Diana Rowan) suggerisce di portare Evi da un discepolo di Belur, il battezzatore (Jon Brazier), che inizia i peccatori alla "via dell'amore". Mentre Evi viene battezzata, Xena viene a contatto con una creatura divina e acquisisce il potere di uccidere gli dei!
Alcune divinità appaiono sulla spiaggia e si scioccano quando Xena uccide Vulcano (Julian Garner), Nettuno e Discordia (Meighan Desmond). Mentre Xena, Olimpia ed Evi fuggono, Xena spiega che la purificazione dello spirito di Evi le ha dato il potere di uccidere gli dei, un potere che le rimarrà finché Evi sarà viva. Inoltre, l'Arcangelo Michele ha informato Xena che Evi è il messaggero che preparerà la via per il dio dell'amore. Xena suggerisce ad Evi di iniziare a rimediare ai suoi peccati visitando la gente che ha ferito e accettando il loro giudizio. Le tre donne vanno alla taverna di Corilo dove Virgilio (William Gregory Lee) è in lutto per la perdita di suo padre. Quando Virgilio vede Evi, impugna la sua spada e la attacca ma Xena interviene. Più tardi, Marte appare e distrae Xena mentre Olimpia viene visitata dai fantasmi di Corilo (Ted Raimi) e di sua figlia Speranza (Renee O'Connor).
Mentre le parole escono dalle Furie, i fantasmi convincono Olimpia ad uccidere Evi. Quando Xena vede l'ombra di Olimpia che trafigge la schiena di Evi con un sai, la Principessa Guerriera lancia li chakram colpendo Olimpia dietro alla testa, ferendola gravemente. Istintivamente Xena sa che le responsabili sono le Furie sebbene non possa vederle. Altri dei arrivano ed iniziano a combattere contro Xena. Mentre la Principessa Guerriera fa del suo meglio per proteggere Evi, Venere (Alexandra Tydings) arriva per proteggere Olimpia e la trasporta nella stanza a fianco. Credendo che Xena abbia perso i suoi poteri e che Evi deve essere morta, Plutone (Stephen Lovatt) raggiunge Xena, che però lo uccide. Con molti dei morti e Marte e Minerva feriti, gli altri dei si ritirano sull'Olimpo. Xena prega Venere di salvare la sua morente amica e sua figla ma lei insiste che può salvarla solo con la benedizione di Minerva.
Xena obbliga Venere a portarle nel palazzo degli dei sul monte Olimpo, dove Marte le trova. Marte si offre di fare di Xena una dea se lei lascia uccidere Evi. Rifiutando, Xena lancia una freccia in una gamba di Marte e lo usa come scudo mentre offre agli dei rimanenti un patto. Se loro guariscono Evi e Olimpia, lei li lascerà in pace. Quando Minerva si rifiuta, il combattimento continua e Xena uccide Diana (Josephine Davison). Evi muore nel momento in cui Xena trafigge Minerva, così la dea viene risparmiata. In un giro di eventi, Marte guarisce Evi e Olimpia, permettendo a Xena di uccidere Minerva. Marte spiega che ha rinunciato alla sua immortalità per salvare Evi e Olimpia nella speranza che Xena, dato che l'ha sempre amata, gli dia un'altra possibilità. Xena ringrazia Marte e gli dice che sebbene ora non sia l'uomo giusto per lei, forse nel futuro le cose potranno cambiare. Finalmente Xena ha riavuto sua figlia e Olimpia riesce a perdonare Evi per quello che ha fatto a Corilo.


Per questa guida si ringrazia:
www.xenamedia.too.it