STAGIONE:  
  
Prima TV :09.05.1998
Scritto da :Terry Winter
Diretto da :Andrew Merrifield
Xena, Olimpia e Autolico inscenano uno spettacolare furto per ricuperare la statua della pace.Alla festività annuale della pace, Olimpia (Renee O'Connor) si unisce ad una gioiosa folla di paesani in cerca di Adar (John O'Leary), il sindaco del villaggio. Quando lo trova, gli spiega che Xena (Lucy Lawless) non è potuta venire ma che arriverà il giorno seguente. Adar mostra alla folla la maestosa statua di Pax, la personificazione della pace. La mattina seguente, il sindaco si impanica quando vede che la statua d'oro è scomparsa dal suo piedistallo. Xena arriva e viene a sapere del furto. Inizia ad esaminare la folla in cerca di sospetti e nota una vecchia. Mentre Xena la raggiunge, la donna si allontana. Ma quando Xena la prende per il colletto e le toglie il velo, si trova davanti il famoso Autolico (Bruce Campbell)! Sorprendentemente, Autolico nega in alcun modo di aver rubato la statua guardando il piedistallo vuoto. Ansioso di riavere la reputazione di Re dei Ladri, convince Xena ad aiutarlo a ricuperare la statua della Pace sicuro che le cose andranno per il meglio. Dopo aver scoperto dei solchi profondi sul fondo del porto, Autolico pensa che la statua sia stata gettata in mare e poi trascinata con una galea. Applicando il famoso "tocco", Xena forza il capitano del porto (Ian Harrop) a rivelarle che Tarses di Scyros (Jon Brazier) ha rubato Pax e ora ha nascosto la statua nel suo castello sull'isola di Mikonos. Mentre Xena, Olimpia e Autolico salpano per Mikonos, si decide che Olimpia si infiltrerà nel castello fingendo di essere interessata a comprare la statua.
Quando Olimpia riesce ad entrare fingendosi la fenicia, Myopia, e cerca di fare un'offerta per Pax, Tarses diventa paranoico e ordina alle sue guardie di accendere la fornace per fondere la statua d'oro. Ma prima che la fondano, Xena, vestita elegantemente e fingendosi arrogante, arriva e si presenta come Ezra, anche lei una fenicia. Sostenendo di essere interessata solo all'oro, la donna lo incoraggia a fondere la statua ma prima vuole vederla con i propri occhi per assicurarsi che non si tratti di un falso. Poco dopo, Autolico, travestito da gobbo, arriva e si presenta come Bently, l'assistente di Xena. Il gruppo si dirige alla fornace e, mentre la statua sta per esserci gettata dentro, Autolico crea un diversivo. Mentre Tarses e i suoi uomini guardano il danno che ha fatto Autolico, Xena lancia il chakram e rompe la ventola dell'aria della fornace e la valvola che libera il calore, forzando Tarses ad annullare la fusione di Pax. "Imbarazzata" dall'azione di Autolico, Xena gli ordina di lasciare la stanza della fornace. Mentre perlustra il castello, Autolico vede che alcune parti muro sono state pitturate per dare l'illusione di corridoi senza uscita. Nel frattempo, Xena e Olimpia iniziano una competizione per prendersi la statua offrendo l'una più dell'altra con lo scopo di accontentare Tarses. Xena vince la competizione offrendo più di Olimpia, poi vede Autolico tornare. Contento della sua vendita, Tarses organizza dei festeggiamenti.
Quella sera, Olimpia attende l'inizio dei festeggiamenti mentre Autolico discute del suo piano con Xena. Quando lui e Xena arrivano alla festa, Thea (Cherie Bray-Taylor), la ragazza di Tarses, inizia a tastare la gobba di Autlico -- che in realtà è un sacco pieno di monete -- facendo sentire il tintinnio. Lui cerca di coprire il rumore, ma Tarses lo ha già scoperto. Mentre si avvicina a lui, Tarses racconta di come è riuscito a diventare un mercante di successo uccidendo un uomo dopo un disaccordo. Ma non sapeva che quell'uomo aveva un giovane fratello che si è poi vendicato rubandogli tutti i suoi beni. Tarses va dietro ad Autolico con la spada in mano e presenta il re dei ladri. Xena si lancia immediatamente in una lacrimevole interpretazione, sostenendo che Autolico l'ha inserita nel suo folle piano. Tarses ordina di rinchiudere Xena nella sua camera e di gettare Autolico in prigione. Solo Olimpia riesce a mantenere la sua copertura e Tarses la informa che può tornare ad offrire per prendersi la statua di Pax contro il Generale Scylosian (Adrian Keeling) che arriverà la mattina seguente.
Olimpia mette in azione il piano di Autolico riunendo dei secchi per la pittura e dei pennelli. La mattina seguente, Xena va a liberare Autolico dalla sua cella, ma tutto quello che trova è una grande pila di lucchetti aperti ed una finestra aperta; la Principessa Guerriera inizia a temere che sia andato ad uccidere Tarses. L'istinto di Xena ha ragione e trova Autolico nelle stanze di Tarses con una spada puntata alla gola del mercante. Autolico non riesce ad ucciderlo perchè nel suo cuore sa che il suo defunto fratello non avrebbe condiviso quell'uccisione. Lui e Xena combattono contro alcune guardie e riescono ad andare nel cortile dove Olimpia li informa dell'arrivo di Scylosians. Tarses e i suoi uomini combattono nuovamente nel cortile. Quando il generale arriva e chiama il mercante, Tarses termina di combattere e ordina al generale di arrestare Xena e Autolico, ma loro sono già scomparsi -- tutto è scomparso, inclusa la statua della Pace! Non divertito dalla buffonata di Tarses, il generale attacca l'isola e il piano di Autolico viene infine svelato. La parte anteriore della statua è stata pitturata in modo da mimetizzarsi perfettamente con l'ambiente che lo circonda, dando l'illusione che Pax sia scomparsa. La mattina seguente, Xena, Olimpia e Autolico riportano la statua della Pace sul suo piedistallo in tutta la sua gloria.


Per questa guida si ringrazia:
www.mezza-notte.com/xena
www.xenamedia.too.it