STAGIONE:  
  
Prima TV :14.02.1998
Scritto da :Steve L. Sears, Chris Manheim
Diretto da :Oley Sassone
L'amaro conflitto tra Xena e Olimpia termina in questo episodio musicale, ambientato nel mondo di Illusia.Olimpia (Renee O'Connor) torna disperata dalle sue sorelle amazzoni affrontare un rituale di purificazione dopo la sua terribile sofferenza -- la morte di sua figlia Speranza e il suo amaro addio a Xena (Lucy Lawless). Anfitea (Danielle Cormack) cerca di rassicurare Corilo (Ted Raimi) spiegandogli che l'unica possibilità di sopravvivere per Olimpia è di lavorare attraverso il dolore. Su una montagna innevata, Xena, angosciata per il tradimento di Olimpia e per la morte di suo figlio, viene raggiunta da Marte (Kevin Smith) mentre canta una canzone di lutto. Marte la convince a sfogare la sua rabbia e Xena arriva cavalcando al villaggio amazzone, determinata ad uccidere Olimpia. Corilo interviene per salvarla ma prima che possa fuggire, Xena lega la sua frusta alle gambe di Olimpia, salta in groppa ad Argo e cavalca velocemente trascinando la sua ex-amica attraverso del fuoco, contro dei sassi, lungo un fiume e infine si ferma sul margine di una scogliera sotto cui c'è una cascata. Nel momento in cui Xena sta per gettarla giù dallo scoglio, Olimpia riprende i sensi e tira un calcio alla Principessa Guerriera facendole perdere l'equilibrio. Dopo essersi giurate odio reciproco, le due si attaccano e finiscono per cadere nell'oceano. Mentre l'oscurità dell'acqua aumenta, si comincia a sentire una debole melodia...
Improvvisamente, una mano tira Xena fuori dall'acqua e la posa sul pavimento di uno strano luogo. La donna viene risvegliata da un bacio di Callisto (Hudson Leick), che sembra essere molto differente dalla malvagia donna che ha conosciuto. Ora negli abiti del Matto dei tarocchi, questa Callisto le presenta il mondo di Illusia con una canzone. Si scopre che sarà la guida di Xena in questo mondo pieno di colori, forzandola a confrontare i suoi demoni interni e centro della sua relazione con Olimpia; tutto in una canzone perchè si deve cantare per essere sentiti a Illusia. Xena, ora vestita con gli abiti e la corona della Sacerdotessa dei tarocchi, guarda Callisto girare una grande ruota della fortuna, circondata da creature fantastiche. Quando Callisto incita Xena a girare la ruota per scoprire di più sul suo fato, Xena lo fa. Ma quando Callisto la porta via, l'ombra di Xena rimane sulla ruota, trasformandosi in uno spettro oscuro: il tormento.
Nel frattempo, una mano si immerge nelle acque di un'altro fiume per afferrare Olimpia, che respira affannosamente mentre viene trascinata sull'erba. Il suo salvatore e guida è Corilo, vestito come L'appeso dei tarocchi. Coprendo la sua nudità dietro a un cespuglio, Olimpia si stupisce di vedere Corilo mentre trasforma un pezzo di prato nell'abito dell'Imperatrice dei tarocchi. Questo e gli altri eventi che seguono, drammatizzano la tragica crepa che si è creata tra Xena e Olimpia attraverso canzoni d'amore ed elaborati numeri di produzione. Mentre l'episodio continua, Xena arriva in un villaggio assediato dove viene accolta da Marte e un gruppo di guerrieri canterini. Marte, ora con gli abiti dell'Imperatore dei tarocchi, celebra il ritorno di Xena nella via dei guerrieri. Nello stesso momento, Olimpia viene accolta a casa da sua sorella Leuca (Willa O'Neill) e dal resto degli abitanti di Potidea. Xena e Olimpia si affrontano poi in un terribile confronto in cui sembra che Xena uccida Olimpia. Fortunatamente realizza con sollievo di aver ucciso solo un'illusione.
Xena e Olimpia iniziano a litigare e la ruota della fortuna emette dei fulmini che, dopo aver toccato le due, le trascina dentro alla ruota. Lei e Olimpia si ritrovano in una struttura imponente simile alla torre di Babele. Mentre le due iniziano a litigare, l'eco delle loro voci diventa insopportabile, impedendo alle due di sentirsi. Quando la loro rabbia raggiunge il culmine, il centro della ruota esplode e il malvagio Dahak afferra Olimpia, trascinandola con sè nelle fiamme. All'ultimo momento, Xena va a salvarla ma viene trascinata anche lei al centro della ruota, arrivando nel tempio di Dahak dove tutto è cominciato. Laggiù, Xena, legata ad una croce, e Olimpia, legata all'altare, si affrontano e infine trionfano sull'odio -- sotto forma di Cesare, Oroveso, Callisto, Marte e infine loro due. Finalmente, liberate dalle loro colpe, raggiungono una parete del tempio in cui c'è una cascatella e dall'altra parte si intravede la figura di Seleuco. Convinta che sia l'unico modo per andarsene, Olimpia prende la mano di Xena e passa attraverso la cascata ma Xena non riesce perchè l'acqua le bruca le mani. La figura del tormento arriva e si scopre essere il malvagio Ming T'ien (Daniel Sing). Il loro conflitto ha termine quando Xena confessa finalmente a Olimpia di aver ucciso Ming T'ien e le chiede perdono e quando rivela a Seleuco di essere sua madre. Nuovamente piene di comprensione e amore, Xena e Olimpia si risvegliano dal loro mistico viaggio musicale sulla riva del mare.


Guest Star:
Hudson Leick (Callisto), Ted Raimi (Joxer)(IT: Corilo), Kevin Smith (Ares)(IT: Marte)

Per questa guida si ringrazia:
www.mezza-notte.com/xena
www.xenamedia.too.it


NOTE / CURIOSITA'
  • I sottotitoli delle canzoni sono molto spesso riassuntivi e anche errati.
  • All'inizio, scena sulla montagna con Xena e Marte. In italiano sentiamo "Perchè non cominci a ballare?" - Mentre in inglese era: "Peccato che il ritmo non consenta di ballare" (insomma... circa era così!). E Xena risponde in originale: "Mio figlio è morto bastardo senza cuore!" - non ricordo la frase italiano, ma qualcosa sul genere "mio figlio mi manca...".
  • Fase finale, prima che Xena canti "The Love Of Your Love", il tono di Gabrielle non era accusatorio, ma contrariato... come posso dire... non capiva il perchè di quel gesto (aver ucciso Ming Tien).
  • Quando Xena vede Ming poi, non dice con tono "trionfatorio" "io ti ho ucciso... ah ah ah...(qualcosa sul tipo smidollato) ti ho ucciso io!" (ok, non ricordo come dicesse), in inglese Xena dixit: "I killed him! I killed you, BASTARD!!" (L'ho ucciso! Ti ho ucciso, bastardo!).
Quando vedono Solan, si sente la Cassioli dire "E' il motivo per cui siamo qui", in inglese è Gabrielle che lo dice, non Xena.