STAGIONE:  
  
Prima TV :01.02.1997
Scritto da :Chris Manheim
Diretto da :Marina Sargenti
Xena finge di essere Miss Anfipoli nella competizione "Miss Mondo Conosciuto" organizzata da Salmoneo per impedire dei sabotaggi che potrebbero portare ad una guerra.Salmoneo (Robert Trebor) chiama urgentemente Xena e Olimpia perchè lo aiutino a mantenere la pace nel regno in cui ha organizzato un certame di bellezza. Sembra che il tiranno di Messene (Calvin Tuteao), il reggente di Skiros (Tim Lee) e il re di Parnassus (Stan Wolfgramm), i capi della zona che hanno firmato un trattato di pace un anno prima, hanno iscritto le loro ragazze al concorso e da quel momento, i sostegni sono stati distrutti, i costumi strappati e le ragazze attaccate da malviventi. Xena sospetta che qualcuno stia cercando di causare dei problemi tra i tre uomini usando le loro ragazze, e accetta di travestirsi da Venere di Anfipoli per scoprire quello che sta succedendo. Salmoneo dice a Olimpia di fingersi Aspasia, la protettrice della Venere di Anfipoli.
Quasi subito, Xena salva la Venere di Messene (Simone Kessell) prima che venga colpita da una freccia scoccata da una balestra, installata per ucciderla nel momento in cui inizia a suonare l'arpa. La Principessa Guerriera va a prendere le sue vesti, mentre Olimpia va alla ricerca degli altri protettori. Dopo aver sentito dell'ultima arrivata, i tre capi visitano lo sponsor del certame Lord Clairon (John Sumner) per protestare. Nel frattempo Xena, con asciugamano in testa e attorno al busto, entra nella stanza del vapore con la Venere del Messini, la Venere di Parnassus (Jennifer Rucker) e l'antipatica Venere di Skiros (Katherine Kennard) per sentire delle novità. Quando le sue compagne partono, Xena scopre di essere stata rinchiusa nella stanza e scappa attraverso una finestra. L'incidente rischia di impedire a Xena di partecipare alla prima delle tre prove obbligatorie per tutte le contestanti. Xena arriva in tempo sul palco con un vestito elegante e una parrucca bionda.
Quando più tardi va alla ricerca della persona che l'ha rinchiusa nella stanza del vapore, le tracce la guidano verso la Venere del Peloponneso (Geoff Gann), che si rivela essere un uomo! Quando lui/lei spiega che aveva paura che lei scoprisse il suo segreto e volle spaventarla, Xena lo sorprende promettendogli di mantenere il segreto. I tre capi si confrontano nuovamente e minacciano di portare le loro truppe se avverrà un altro sabotaggio. Quando Salmoneo cerca di insegnare alle contendenti un numero, il paladino si avvicina a Xena, che ad un tratto lo lascia come un bacucco. Quando Xena sfila sul palco con un vestito sexy, il paladino, avendo scoperto l'armatura di Xena, rivela la sua vera identità alla folla. Ma quando i tre capi impugnano le loro spade, credendo che la Principessa Guerriera sia stata mandata come mercenario, la tensione viene spezzata dallo spettacolare arrivo della Venere del Peloponneso, vestita con l'armatura di Xena, che dichiara orgogliosamente di non essere una principessa ma una regina! La folla esplode in un applauso.
Xena arriva alla prova dei talenti con la Venere del Peloponneso e le ragazze dei capi. Quando la Venere di Skiros inizia a interpretare una danza incantevole con un serpente, Xena le salva la vita dalla caduta di un trave sabotata. Il sabotatore si rivela essere Lord Clairon, che ha approfittato delle guerre del passato e spera di provocare nuovamente un conflitto. Quando Xena lo inganna facendolo confessare in presenza degli altri capi, lui la attacca, facendole volare via la parrucca bionda e rivelando la sua vera identità. Xena lo disarma e lo sconfigge prontamente. La Principessa Guerriera, avendo risolto il mistero, riesce ad aiutare le finaliste a riavere la loro dignità. Alla fine, tutti applaudono calorosamente quando la Venere del Peloponneso vince il concorso e viene incoronata "Miss Mondo Conosciuto". Olimpia vorrebbe scrivere una pergamena su questo evento e pensa di intitolarlo "sotto la veste della vincitrice" ma Xena le consiglia di cambiarlo...


Per questa guida si ringrazia:
www.xenamedia.too.it