melman
STAGIONE:  
  
Prima TV :04.01.2005
Scritto da :Jed Seidel e Dayna North
Diretto da :John T. Kretchmer
Veronica ha trovato una nuova fonte di reddito a scuola: cercare informazioni scomode riguardo ai genitori dei propri compagni. Anche Mac si rivolge a lei, e la giovane investigatrice scopre che l’amica è stata scambiata nella culla. Questo fa meditare Veronica sull’identità del suo vero padre. Nel frattempo, lo sceriffo Lamb è costretto, suo malgrado, a chiedere aiuto a Keith per indagare su un serial killer. Questo riavvicinamento del padre con Lamb, permette a Veronica di conoscere un giovane agente, Leo D’Amato, e di riuscire ad ottenere altri documenti sul caso di Lilly...

Guest Star:
Tina Majorino (Mac), Michael Muhney (Sceriffo Lamb), Max Greenfield (Agente Leo), Aaron Paul (Eddie Laroche), Steve Monroe (Gabe), Christopher B. Duncan (Clarence Wiedman), Carlie Westerman (Lauren Sinclair)


NOTE / CURIOSITA'
  • Il titolo dell'episodio riprende quello del famoso libro The Silence Of The Lambs (Il silenzio degli innocenti) di Thomas Harris, da cui è stato tratto il film thriller con Jodie Foster ed Anthony Hopkins.
  • Jason Dohring e Teddy Dunn non appaiono in questo episodio.
  • Veronica dice a Lamb: "You stop dressing up like Little Bo Peep, he'll stop peeking" ("Se la smetti di vestirti come la piccola Bo Peep, lui la smette di sbirciare"). Little Bo Pee è la protagonista di una filastrocca per bambini, in cui si narra di una pastorella che ha smarrito le sue pecore.
  • Stupita per la presenza dello sceriffo alla Mars Investigation, Veronica dice a sua padre: "I'll just have Rod Serling wait out here on the couch" ("C’è giusto Rod Serling che aspetta qui fuori sul divano"). Rod Serling è il creatore della fortunata serie televisiva Ai confini della realtà (The Twilight Zone), in onda sulla CBS dal 1959 al '64. Ogni episodio è un viaggio nella quinta dimensione, "è la regione intermedia tra la luce e l'oscurità, tra la scienza e la superstizione, tra l'oscuro baratro dell'ignoto e le vette luminose del sapere. E' la dimensione dell’immaginazione, è una regione che potrebbe trovarsi ai confini della realtà".
  • Keith cita il film Spinal Tap. Tutti pensano di ricordare gli Spinal Tap, ma nessuno ha un loro disco a casa. Gli Spinal Tap, infatti, non sono mai esistiti, se non nella fantasia del regista Rob Reiner, che, nel 1984, girò un falso documentario su un'immaginaria band americana.
  • Lauren, la sorella di Madison, sta leggendo Il testamento Westing (The Westing Game). Questo libro è un giallo scritto da Ellen Raskin nel 1979; il suo misterioso, invisibile protagonista è un vecchio signore che va pazzo per i giochi di ogni tipo, al punto da coinvolgere i suoi sedici eredi in un'avventura fatta di indizi incomprensibili, frasi a doppio senso, indovinelli, mosse da esperti scacchisti. Lo scopo della stravagante caccia al tesoro è scoprire un assassino e conquistare il favoloso patrimonio messo in palio dal testamento Westing. Ma può anche darsi che chi si illude di giocare venga in realtà giocato, perché, come dice Sam Westing, a questo mondo nulla è ciò che sembra...
  • Ironizzando sul comportamento di Madison, Veronica le dice: "Thanks for being such a gracious host. Martha Stewart has nothing on you" ("Grazie per essere stata un'ospite così gentile. Martha Stewart ti fa un baffo"). Veronica si riferisce all’onnipresente, sia sulla TV che nell'editoria americana, dispensatrice di buone maniere e consigli sulla gestione della casa. Martha Stewart è stata alcuni mesi in carcere a causa di uno scandalo finanziario, ma ora è di nuovo sulla cresta dell'onda.
  • Mac, riferita a Madison, dice: "She wouldn't know Monet's Water Lilies unless Revlon named a nail polish after it" ("Non riconoscerebbe le Ninfee di Monet, a meno che la Revlon non facesse uno smalto con quel nome"). Claude Monet è uno dei padri dell'Impressionismo, la corrente artistica nata in Francia alla fine dell'800. Durante la sua lunga e prolifica carriera, Monet ha disegnato una serie di dipinti sulle ninfee, ora esposti al Museo parigino dell'Orangerie.