articolo inserito da Serial TV  -  fonte: TV Effe

La rete televisiva via cavo F/X (la stessa di Nip/Tuck e The Shield) ha preso la decisione di non rinnovare per una seconda stagione la serie sulla guerra in Iraq dal titolo Over There. Nonostante avesse ricevuto delle ottime critiche, il telefilm, creato fra gli altri da Steven Bochco, ha sofferto nelle ultime settimane di un consistente calo dell'audience. Partito lo scorso luglio con ben 4.100.000 spettatori, Over There ha visto assottigliarsi di settimana in settimana il numero degli affezionati spettatori al punto che il 13° ed ultimo episodio della prima stagione è stato visto solo da 1.350.000 fan. "Ci è sembrato evidente che il pubblico americano non vuole vedere la drammatizzazione di una guerra che è ancora in corso" - ha dichiarato Yemaya Royce, portavoce della casa di produzione di Steven Bochco. "Questo fatto non rende molto confortante seguire la serie in televisione; questo penso sia stato il caso di molti telespettatori: chiaramente il soggetto era particolarmente duro!" - ha aggiunto John Solberg, portavoce del network televisivo. John Landgraf, presidente di F/X, ha voluto ulteriormente argomentare: "Non c'è ombra di dubbio che Over There sia stata la serie televisiva maggiormente osannata dalla critica durante quest'anno, un fatto che ha reso ancor più difficile la decisione di non rinnovarla per una seconda stagione".

Tempi difficili anche per il produttore Steven Bochco che si è visto cancellare quasi tutte le sue ultime creature televisive, da Blind Justice a Philly, passando per Total Security e ora Over There. Per il momento il produttore televisivo continuerà il suo lavoro a Commander in Chief, serie per la quale ha appena accettato di rivestire il ruolo di produttore esecutivo. Nel frattempo ha raggiunto un accordo di collaborazione di tre anni con la Touchstone Television.
Ironia della sorte, Over There prenderà il via in Italia sulla rete satellitare Fox il prossimo 13 novembre alle ore 22.45.


Over There
Over There
Cops su fox