articolo inserito da Serial TV  -  fonte: TV Blog

Un premio Oscar può finire in una casa delle bambole? La risposta è sì: ecco, allora, che il vincitore dell’Academy Award Keith Carradine comparirà nello sci-fi “Dollhouse” di Joss Whedon, che tornerà sulla Fox dal 25 settembre (di cui vi mostriamo a lato il primo poster promozionale della seconda stagione).

Il vincitore dell’ambito premio per il film “Nashville” comparirà in due episodi dello show, nei panni di Matthew Harding, un potente uomo d’affari. Sarà un cliente della dollhouse oppure un suo finanziatore? Non ci resta aspettare di vedere gli episodi, sperando che la comparsa- seppur breve- di Carradine possa fare da buona pubblicità per la serie.

La Fox ha infatti deciso di non spostare “Dollhouse” dalla sua collocazione della scorsa midseason, ovvero quella del venerdì: una giornata penalizzante per uno show indirizzato principalmente ad una fascia molto giovane d’età (e che il venerdì sera, in America, preferisce uscire). Confidiamo che Whedon sappia attirare lo stesso, come ha sempre fatto, una buona fetta di pubblico, magari anche grazie all’aiuto di Carradine, la cui apparizione nel telefilm con Eliza Dushku non sarà l’unica di questa stagione. Per saperne di più (attenzione agli spoiler), proseguite nella lettura.

Keith Carradine, infatti, tornerà anche nella quarta stagione di “Dexter”, con il ruolo dell’Agente Speciale Lundy, che aveva interpretato nella seconda stagione. Lo vedremo fin dal primo episodio, di cui abbiamo parlato, ed il suo ritorno non sarà una semplice comparsata.

Non solo, infatti, Lundy metterà sulle spine Dexter (Michael C. Hall), preoccupato di essere tra i motivi che hanno spinto l’uomo a tornare a Miami, ma dovrà vedersela anche con la sua ex, Debra (Jennifer Carpenter), nel frattempo diventata detective.

Carradine non è l’unico vincitore di un Oscar ad entrare in una serie tv, mondo ormai sempre più appetibile per attori del grande schermo un tempo irraggiungibili. Oltre a lui, basta citare, tra i tanti, Sally Field, Glenn Close, William Hurt, Timothy Hutton, Dennis Hopper e, più di recente, Diane Keaton, che sarà protagonista di una serie Hbo in cui vestirà i panni di una direttrice di una rivista di stampo femminista.