articolo inserito da Serial TV  -  fonte: TV Blog

Lassie
A guardarla adesso e soprattutto da adulti Lassie, la cagnolina più famoso al mondo, fa un po’ rabbia. Quel collie bello e perfetto che ha caratterizzato tutta la nostra infanzia sembrava tutto tranne che un cane. Ma a noi bambini emozionava il fatto che trovasse sempre il coraggio, l’istinto di fuggire e ritornare dal padrone di turno (in ogni storia cambiavano i protagonisti di supporto al cane ma la tematica rimaneva sempre la stessa) che amava, dopo aver vissuto esperienze drammatiche.

Lassie, dopo i dieci film degli anni ‘40 e ‘50 e una serie tv di 19 stagioni a lei dedicati, avrà anche una serie d’animazione in 3d sviluppata grazie alla collaborazione di DQ Entertainment, Classic Media, M6/France e ZDF/Germany. Per ora non si conosce la data di uscita. Il personaggio dell’eroina a quattro zampe non sembra, ma ne ha di anni sulle spalle. Nasce con il romanzo di Eric Knight del 1940 intitolato Lassie Come Home (Torna a casa Lassie) fortunatissimo testo per ragazzi venduto in milioni di copie e tradotto in 26 lingue.

Pensate che il personaggio, recentemente apparso in Lassie, il film britannico del 2005, è stato inserito proprio quell’anno dal settimanale Variety tra le “100 icone di tutti i tempi” ed era l’unica stella animale della lista. Oggi la sua fama è ancora all’apice tanto che dopo essere stato utilizzato per promuovere una linea di cibo e prodotti per cani, sarà l’immagine di un francobollo che uscirà ad agosto negli States. Tra le altre chicche storiche dedicate al cane ci sono anche un paio di cartoon: una serie dal titolo Lassie’s Rescue Rangers del 1973 (qui c’è la sigla) e una giapponese dal titolo Meiken Lassie (Meiken Rasshii) prodotta nel 1996 da Nippon Animation. La serie di 26 episodi fa parte del ciclo World Masterpiece Theater e non è mai arrivata in Italia. Dopo il salto, vi segnalo la sigla originale.

Defying Gravity - Le Galassie del cuore