articolo inserito da Serial TV  -  fonte: Non Solo Cinema

Glenn Close
Glenn Close, interprete protagonista di Damages, in onda in esclusiva su AXN, canale di Sony Pictures Television International visibile al 120 di SKY, rivela gli avvincenti segreti della seconda attesissima stagione agli appassionati del legal drama.

Alla fine della prima serie di Damages, avevamo lasciato Patty Hewes, la celebre avvocatessa di New York, traumatizzata dalla morte di Ray Fisk, il fidanzato della giovane Ellen Parsons assassinato proprio davanti ai loro occhi: l’esperienza è davvero drammatica, “un evento da cui è impossibile riprendersi – spiega la Close – e che influenza i rapporti successivi tra Patty e Ellen”. Il personaggio di Patty cambia completamente, diventando più vulnerabile di Ellen e fidandosi ancora meno delle persone. I nuovi episodi, incentrati principalmente sul desiderio di vendetta di Ellen, sono resi ancor più interessanti dal ribaltarsi dei ruoli dei due personaggi chiave. Un’altra importante novità è l’esclusiva presenza di William Hurt: il rapporto tra Patty e il suo nuovo cliente David Purcell, interpretato dall’attore vincitore del premio Oscar, è una delle relazioni chiave di questa stagione, “il loro rapporto fa da filo conduttore e manda avanti la storia”, svela Glenn Close.

Il nemico contro cui si schierano Patty e David è la Ultima National Resource, un’importante società di energia americana; “purtroppo si tratta di una storia basata su qualcosa che realmente succede. – rivela l’attrice – Sono veramente contenta che si parli di questo tipo d’argomento. Walter Kendrick, l’amministratore delegato, è un uomo molto cattivo che, in confronto, fa sembrare Frobisher una persona carina”. Sempre secondo la Close due sono i temi più forti di questa seconda stagione di Damages: la vendetta e la redenzione.

Ritrovare William Hurt nei nuovi episodi di Damages dopo The Big Chill, girato insieme nel 1983, “è stato fantastico, dopo più di 25 anni! È un attore così eccezionale. Abbiamo lavorato insieme in passato, ci conosciamo molto bene, lui è veramente divertente. Ogni volta non vedo l’ora di lavorare con lui, è un attore molto valido. Sono molto contenta per la presenza di William Hurt e di tutti gli altri autori non-protagonisti; sono tutti molto competenti, degli attori incredibili”.

Gli autori di Damages rivelano la storia agli attori proprio nello stesso modo in cui viene svelata al pubblico e la Close è assolutamente entusiasta di questo espediente; “Credo che sia uno degli aspetti più divertenti del recitare in questo particolare telefilm. Mi sembra di vivere in un romanzo di Dickens, è una forma d’arte: quel tipo di spontaneità. Il modo in cui lavorano gli scrittori mi piace molto e sono sempre più divertita e colpita da come fanno svolgere le vicende fino alla fine. In realtà, a volte non ho bisogno di sapere come andranno le cose; nella vita non so cosa succederà domani quindi, in un certo senso, è più realistico della vita”.

Dietro le quinte le parole chiave sono collaborazione e dialogo, sia tra gli attori sia con gli autori e i produttori del programma: “penso di avere un po’ di influenza sulla sceneggiatura: per esempio, ho voluto fermamente che si prestasse molta attenzione alla situazione drammatica attraversata da Patty, che l’ha influenzata profondamente rendendola meno “umana”, più diffidente e vulnerabile. C’è una grande collaborazione da parte degli scrittori, sono dei collaboratori fantastici, mi chiedono sempre cosa penso di ogni scena”.

Con Damages, Glenn Close ha coronato la sua carriera televisiva, dopo i successi ottenuti a Hollywood: “Sono sempre stata attratta dalla Tv, fin dall’inizio della mia carriera. In particolare la Tv via cavo dà la licenza creativa agli autori di realizzare i loro progetti. Penso che il paradiso dei new media stia trasformando la nostra industria [...] Sarà complesso e stimolante per il pubblico: coloro che vorranno vedere gli episodi in modo sequenziale, impareranno a trovare gli episodi persi, faremo tutti parte di questo network, sarà un telefilm on demanding”. In particolare ciò che l’ha convinta a recitare in Damages è il ruolo di Patty che ha molte cose in comune con il personaggio della marchesa de Merteuil, interpretata dalla Close nella pellicola “Relazioni Pericolose”: una donna incredibilmente intelligente che si è guadagnata una posizione di potere in quello che era un mondo prettamente maschile. Come lei, Patty è una donna molto forte, ha delle qualità molto positive e prende seriamente il suo ruolo, molto più delle altre persone che le stanno intorno.

“Non ho mai avuto pregiudizi. Quando ho iniziato c’erano grandi pregiudizi sulla mia presenza nel cast di Damages. Ci sono importanti attori e attrici che nella loro carriera non si sono mai cimentati in un’esperienza televisiva e io non ne ho mai compreso il motivo. Personalmente la trovo un’esperienza molto gratificante”. Insomma un’attrice che non si è montata la testa nonostante una stella nella Hollywood Walk of Fame: “Ho pensato: è fantastico, il simbolo di Hollywood! Devo ammettere che durante la cerimonia ero veramente emozionata, ero estremamente onorata per quell’ importante nome sulla pietra. Era eccezionale. È divertente pensare che la gente cammini sopra di me ogni giorno”.

Un’esperienza incredibile sotto ogni punto di vista per l’inaffidabile Glenn Close, che aspetta tutti gli appassionati del legal drama il 1° maggio su AXN per i nuovi e attesissimi episodi della seconda stagione di Damages.

Damages (2a stagione)
Damages (1a Stagione)