articolo inserito da Serial TV  -  fonte: Rainews 24

Ricky Cunningham, il protagonista del serial tv "Happy Days", è tornato di nuovo in scena, rispondendo al richiamo delle elezioni presidenziali del 4 novembre, a sostegno della candidatura del democratico Barack Obama.

L'attore, Ron Howard, il regista del "Codice Da Vinci", si è rimesso la classica blusa anni Cinquanta, il parrucchino rosso carota e la cipria sulle rughe della fronte, per parlare di politica con l'amico di sempre, Arthur "Fonzie" Fonzarelli. Fonzie, alias Henry Winkler, stessa brillantina, stesso giubbotto di pelle, stesso accento italiano, non ha perso i vizi del passato: pensa solo alle donne (in questo caso dell'Alaska) e non è capace ad ammettere di avere sbagliato.

"Otto anni fa ho deciso di dare una possibilità a George W. Bush - dice a Ricky, nel solito parcheggio del solito diner di Milwaukee - e come mi sono sb-sba-sb¿". "Come, ti sei sbagliato?", lo aiuta Ron-Ricky. E Fonzie fa sì con la testa: "Ok, quella è la parola". Howard ammette che lo sketch lo rende ridicolo, ma l'emergenza elettorale lo ha convinto a scendere in campo per la prima volta nella sua carriera con un endorsement in piena regola.

Happy Days