articolo inserito da Serial TV  -  fonte: TV Blog

L’idea, dice, gli era già “venuta durante la settima od ottava stagione, e penso sia ancora buona”. A parlare David “Mulder” Duchovny, l’attore protagonista insieme a Gillian Anderson di “X-Files”, che ha di recente dichiarato di voler insistere con gli autori dello show nel realizzare un episodio inedito della serie fantascientifica nientemeno che con i Simpson.

L’intenzione dell’attore sarebbe quella di creare una puntata speciale, in cui attori in carne ed ossa e personaggi animati interagirebbero tra di loro, proprio come fece il film del 1988 “Chi ha incastrato Roger Rabbit”. “Sarebbe bello se Homer venisse all’Fbi per occuparsi dei personaggi dei cartoni animati”, ha sottolineato Duchovny.

In questo modo, Homer e famiglia restituirebbero il favore fatto dai due attori protagonisti nella decima puntata dell’ottava stagione de “I Simpson” (“Springfield Files”), in cui veniva realizzata un’esilarante parodia della serie con gli attori “reali”. Ora, che questa idea sia più che azzardata mi pare chiaro. Ma soprattutto, mi pare abbastanza evidente l’intento di Duchovny di far parlare di “Voglio crederci”, secondo film di “X-Files” i cui risultati al botteghino statunitense stanno deludendo.

Già due volte la famiglia Simpson, nel suo show -esclusa la pubblicità con Burger King della scorsa estate e la più recente della Renault-, ebbe a che fare col nostro mondo.

In entrambi i casi si trattava di uno speciale di Halloween: nel primo, “Homer3″ del 1995, è proprio Homer a finire tra gli umani -e ne approfitta per fare un salto in un negozio di torte erotiche tra lo sconcerto dei passanti-; il secondo, invece, risale al 1998 e si tratta de “Il terrore del racconto stra-animato”, in cui Bart e Lisa finiscono dentro il televisore e fanno un passaggio anche all’interno di un programma di cucina. E’ vero che non c’è due senza tre, ma in questo caso, forse, è meglio evitare.