articolo inserito da Serial TV  -  fonte: TV Effe

Ma dove sono finiti tutti gli appassionati americani di X-Files? Probabilmente sono scomparsi (rapiti, forse, dagli alieni?) oppure la lunga astinenza dalle avventure degli agenti Mulder e Scully ha fatto appassire l'interesse nei confronti di quella che fino a qualche anno fa veniva definita come la "più grande serie televisiva degli Anni Novanta".
Sta di fatto che alla sua prima settimana di uscita sul grande schermo dei cinema americani la seconda avventura cinematografica di The X-Files si è rivelata un clamoroso "flop". La pellicola è finita solo al 4° posto della classifica del box office con un incasso di appena 10 milioni di dollari. Resiste al primo posto il nuovo capitolo di Batman vale a dire "Il Cavaliere Oscuro" con un introito di altri 75,6 milioni di dollari (in 10 giorni il film ha incassato la stratosferica cifra di 314,2 milioni di dollari). Al secondo posto la commedia di Will Ferrell intitolata "Step Brothers" con un più che rispettabile risultato di 30 milioni di dollari. Al terzo posto si è piazzato il musical "Mamma Mia!" alla sua seconda settimana di programmazione con altri 17,8 milioni di dollari.
Le notizie per The X-Files: I Want to Believe non sono nemmeno positive sul fronte della critica. Prevalgono le recensioni negative (2 su 3 secondo quelli che amano le statistiche) che non sembrano risparmiare nessuno (regista, storia, attori), nemmeno David Duchovny e Gillian Anderson i quali sembrano aver irrimediabilmente perso lo smalto e l'alchimia che aveva reso fortunati i loro personaggi nel corso della serie televisiva.
Non rimane che attendere l'uscita italiana della pellicola (al momento prevista, a meno di cambiamenti, il prossimo 22 agosto), così potremo farci un'idea più precisa e se davvero oltreoceano i risultati hanno reso o meno giustizia a questo lungometraggio.