articolo inserito da Serial TV  -  fonte: Star Trek Italia

Faran Tahir
L'attore, interprete del Capitano Robau, si ritiene ottimista rigaurdo la ricezione del film da parte dei fans.

Lo spirito di Star Trek è vivo e vegeto, grazie a J.J.Abrams, almeno secondo quanto afferma l'attore Faran Tahir.

Il sito Comic Book Resources, riporta che l'attore crede fermamente nel fatto che il film avrà delle cose da offrire, fondate e nuovi fans di Star Trek. "...il film mantiene vivo lo spirito di Star Trek ed ha anche qualcosa di nuovo da offrire", ha detto Tahir, " lo sapete benissimo: si mettono insieme le varie informazioni per dare storia a i personaggi oppure un futuro, come in questo caso. Abrams è rimasto a cavalcioni fra le due cose, le conformazioni e le sfide allo stesso tempo. Credo che abbia fatto un lavoro molto intelligente".

Parlando di Abrams, Tahir crede che sappia il fatto suo. "Penso che Abrams, come anche Jon Favreau, (il regista di 'Iron Man'), conosca molto bene il genere", ha detto l'attore, "lui capisce anche il fatto che ci siano dei Trekkers dello "zoccolo duro", là fuori, i quali vogliono che le cose siano fatte bene. Lui rispetta tutto questo e ancora, vuole anche sfidarlo. Così certe cose saranno uniformate, mentre altre saranno sfidate".

Inoltre, Star Trek XI ha bisogno di piacere ad una nuova generazione di fans. "Credo anche che Abrams capisca che, sempre là fuori, ci sia un'intera generazione che non è cresciuta con 'Star Trek'", ha detto Tahir, "tutte le serie sono terminate e nel farttempo non c'è stato un film, così c'è un deliziono vuoto fra loro. Credo che voglia anche far divertire quel gruppo, di modo che possano essere introdotti a questo tramite la loro propria esperienza. Così non è come un qualcosa che il loro padre, zio o fratello maggiore gli ha raccontato a riguardo, ma è un qualcosa che loro veramente scoprono da soli e, sempre da soli, ci si avvicinano. Abrams ha creato un bilanciamento molto bello e la sensazione che c'è nel film, è qualcosa che ritengo abbia centrato veramente nel modo giusto".

Un film è buono solo quanto lo è la sua sceneggiatura, perciò Tahir ha lodato sia Roberto Orci che Alex Kurtzman. "Sono davvero dei grandi scrittori", ha detto Tahir, "capiscono veramente come spingerti dentro la storia. Loro sanno in che modo visualizzare tutto quel pubblico che sta dentro ad una sala buia e portarlo in una realtà del tutto alternativa. Questo è ciò che mi piace della storia, questo 'Star Trek' farà tutto ciò e non riuscirete a capire la separazione che ci sarà fra la realtà e la fantasia. Sarete letteralmente trasportati là dentro, teletrasportati giusti giusti sul ponte dell'astronave. Così, tutto risulta molto ben fatto".

Star Trek Serie Classica