articolo inserito da ADProperant  -  fonte: Heroes-ITA

Greg Grumberg
In quest'intervista con il sito UGO.com Greg Grunberg ci parla del finale del Volume II, di Lost e altro ancora!

Attenzione! L'articolo può contenere SPOILER sul Volume II di Heroes e su Lost.
UGO: allora, si parlava di un finale alternativo per l’ultimo episodio. Era quello che abbiamo visto? Nathan ferito, Sylar che si spara una dose...
Greg Grunberg: Mi chiedi se era questo il finale alternativo? Penso che avessero due versioni; io avevo visto una in cui il virus veniva liberato, ma questa è stata sostituita un po’ all’ultimo momento, penso che sia favolosa. Non so quale loro considerino il finale “alternativo”, è stata una decisione creativa di Tim. Lo trovo avvincente, la gente si chiederà se Nathan sopravvive e cosa succederà.
Matt è cambiato parecchio in questa stagione di Heroes. Cosa ne pensi dei tuoi nuovi poteri?
Li adoro. Per me, significa una progressione dei miei poteri. Ero contento della telepatia, perché se c’è una cosa che serve per essere un super-poliziotto è l’informazione, perciò mi andava benissimo. Poi è successa questa cosa, mio padre è l’Uomo degli Incubi, è avvincente e adoro lavorare con Alan Blumenfeld. È un attore incredibilmente profondo. Può essere affettuoso, un momento vuoi abbracciarlo e il momento dopo…
Il padre di Matt tornerà, e vedremo Matt tentato di abusare dei suoi poteri come ha fatto nella prima stagione?
Gli ho sentito il polso nella serie, perciò sappiamo che non è morto ed è ancora una minaccia sullo sfondo, ma io potrei avere bisogno di lui per controllare i miei nuovi poteri. È fantastico. Non potrei essere in una posizione migliore come attore perché il progresso naturale è di introdurre un lato oscuro al mio personaggio o almento l’opzione per lui di usare il suo potere in modo non positivo.
Matt è stato messo in coppia con altro personaggi questa stagione, e un duo a cui i fan hanno risposto positivamente è la squadra Matt-Nathan. Vi siete divertiti a girare questi episodi?
Assolutamente, siamo diventati davvero buoni amici, e credo si veda sullo schermo. Ci capiamo al volo. Adrian è un tale professionista e un attore stupendo. Adoro quando ci sovrapponiamo nei dialoghi e la facilità con cui lavoriamo insieme. Adoro questa squadra ma non so che cosa succederà. Al momento, sinceramente, non ho visto alcuna sceneggiatura, nemmeno lui e non sappiamo cosa accadrà, nemmeno Adrian. Lo chiamo tutti i giorni e gli faccio: “Allora, sei vivo?” e lui mi fa “Boh, non lo so”. Non lo sappiamo, è una cosa pazzesca se ci pensi. .
Perciò state provando le stesse cose dei fan.
Spero che gli sceneggiatori risolvano presto lo sciopero, che si abbia una risposta e si possa andare avanti. Adesso siamo nel limbo. È frustrante perché lo show era su una buona strada. Stava andando bene negli ascolti, eravamo scesi un po’ mentre la gente si domandava come i nuovi personaggi si sarebbero relazionati con quelli vecchi. Gli ascolti erano scesi, ma Tim lo ha già spiegato. Lo show aveva ripreso a marciare e ora spero torneremo nei binari giusti. Spero che gli sceneggiatori trovino un accordo e che ritorneremo a lavorare.
Che hai pensato delle “scuse” di Tim riguardo alle lamentele sulla seconda stagione? Sembra che tutti ci abbiano messo il massimo impegno, ma è stato scoraggiante sentirgli ammettere le fragilità dello show.
Beh, io penso che si sia voluto un bel fegato e dimostra la forza della sua leadership, lui è un produttore-autore molto forte. J.J. [Abrams] fece lo stesso per Lost e Alias, non in modo così spettacolare. Ad essere proprio sinceri, Tim non avrebbe voluto che (l’articolo?) fosse scritto in quel modo, lui lo direbbe meglio di me.
Il fatto è che, con la tecnologia di oggi, blog eccetera, sei molto vicino agli spettatori. Quando senti certe lamentele che si ripetono...noi non siamo liberi di rispondere tempestivamente alle preoccupazioni dei fan perché siamo già sei o sette episodi più avanti di loro...perciò semplicemente non si può rimediare agli errori in corsa. C’è un momento in cui si mettono le fondamenta (della storia), e la gente si fa domande, si genera confusione, il che è una buona cosa perchè vuoi che la gente rimanga per scoprire le risposte. A volte questo momento dura troppo e per alcuni le risposte non arrivano abbastanza in fretta. Io penso che Tim abbia fatto bene, e ci è voluto coraggio, perché noi andiamo in giro e sentiamo le stesse cose “quand’è che (Maya e Alejandro) arrivano al confine?” e “Quel personaggio mi piace ma non capisco il suo scopo”.
Sono d’accordo con lui. Penso che Masi sia stato sottoutilizzato quest’anno, tenerlo nel Giappone feudale per otto episodi, è un sacco di tempo. Questa e le altre lamentele cui ha risposto, io non lo vedo come un problema.
Allora, ti vedremo su Lost questa stagione?
[Ride] Beh, è una voce che gira, e spero che succeda, non posso...ho giurato di mantenere il segreto su tutto quello che faccio con J.J. Scrivono tante cose, ma sicuramente lavorerò presto con J.J., questo è certo. Ma io non posso, sai, ogni volta che dico una cosa a voi giornalisti lo scoprono tutti e succede il panico, poi mi chiama la Paramount, mi chiamano tutti ed è...no, non posso dire niente. Amo Lost, e qualunque cosa faccia J.J. io voglio farne parte.



LOST (5a Stagione)
Heroes - Reborn
7 MARZO '11 MARATONA HEROES A ROMA I...