articolo inserito da Serial TV  -  fonte: News ITALIA PRESS

Los Angeles - Si stupisce l'italico protagonista della serie cult negli Stati Uniti, "The Soprano's", Michael Imperioli, dello scarso successo che le vicende di una famiglia di origini italiane riscuotono proprio nel Belpaese. Riconosciuto in tutto il mondo, osannato dai fan, vincitore di premi, gli risulta inconcepibile che proprio nel Paese che richiama le radici dei protagonisti.

Evidentemente Imperioli non è molto ben informato sulle polemiche e le considerazioni che hanno seguito in questi anni il telefilm, che va detto ad onor del vero, è veramente ben fatto e ben diretto, ma che comunque propone per l'ennesima volta l'immagine stereotipata degli italiani mafiosi. "Forse vedere un mafioso che va dall'analista è troppo per gli italiani", ha poco simpaticamente scherzato Imperioli.

Effettivamente in Italia si sa che la serie esiste ma non ha mai avuto grande seguito. Magari siamo un tantino permalosi, ma è certo che il proporre immagini pre-confezionate non giova a nessuno. Tralasciando alcuni film come "Il Padrino" di Coppola, che rappresentano pietre miliari nella storia del cinema, e presentano una forte denuncia di una realtà purtroppo tragicamente radicata ma non rappresentativa di tutti gli italiani, una serie come "The Soprano's" va certamente presa per quello che è.

I Soprano (6a Stagione)