articolo inserito da Serial TV

A Roma Dal 4 Febbraio, ogni Domenica pomeriggio dalle ore 15.30, il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli (via Efeso 2/A, tel. 065413985, mariomieli.org/forum) propone cinque appuntamenti settimanali per riscoprire la serie cult “Queer as folk”.

Stuart ha tutto ciò che vuole dalla vita, ricco e perennemente al centro dell’attenzione. Il suo miglior amico Vince è adorabile, divertente ma non ha la minima fiducia in sé stesso.
La vita di Stuart è destinata a prendere tutt’altra piega la sera in cui conosce Nathan e scopre di essere diventato padre.
Cos’altro agita la vita di questi perfetti giovani inglesi? Ovviamente il sesso. Ma un genere di sesso particolare, “strano come la gente”.
Da Russel T.Davies (oggi apprezzato in Inghilterra per lo spin-off ben riuscito dello stra-cult “Doctor Who”), un’analisi politicamente scorretta sulla comunità omosessuale e i suoi riti sociali. Dopo le censure apportate da La7 e la scomparsa di Gay.tv avremo un altro modo per vedere questa controversa serie inglese.

Domenica 4 Febbraio
Andrea Jelardi, con la partecipazione di Fabio croce, presenta il libro “Queer Tv – omosessualità e trasgressione nella tv italiana” (Fabio Croce editore) che attraverso un’indagine approfondita sui primi 50 anni di televisione, offre al lettore un’inedita storia dell’omosessualità e della trasgressione sul piccolo schermo.
Ore 18:00 Proiezione dei primi due episodi della prima stagione di Queer as folk

Nella prima puntata: Dopo aver trascorso la nottata al club Babylon insieme agli amici Vince e Phil, Stuart si imbatte in Nathan, un ragazzino di 16 anni, e decide di portarselo a casa. Vince rimorchia un uomo muscoloso che però non è quello che sembra. La serata di entrambi viene interrotta quando le amiche lesbiche dei due li avvertono della nascita di un bambino. I due, insieme a Nathan, si precipitano in ospedale dove Stuart incontra per la prima volta suo figlio Alfred.

Nella seconda puntata: Vince ha nascosto a tutti i colleghi la propria omosessualità e così si ritrova coinvolto in una bizzarra situazione quando una collega lo invita fuori per un drink. Stuart ha un incontro ravvicinato con un uomo al lavoro. Janice, la madre di Nathan, trova alcune riviste gay fra gli indumenti del figlio. Nathan si immerge di nuovo nella notte di Canal Street alla ricerca di Stuart, ma rimedia una delusione quando scopre di essere stato solo l'avventura di una notte.

Domenica 11 febbraio 
dalle 15.30  Proiezione della terza e quarta puntata di Queer as folk

Nella terza puntata: Alexander e Dane, due amici di Vince, arrivano in città per il fine settimana. Nathan e la sua amica Donna fanno il giro dei locali notturni in cerca di Stuart e dei suoi amici. Mentre si trova in un bar gay, Vince si imbatte in Rosalie. Al Babylon, Stuart rimorchia due ragazzi sotto gli occhi esterrefatti dei suoi amici. Phil conosce Harvey e i due vanno a casa insieme, dove assumono della droga, con conseguenze mortali per il primo.

Nella quarta puntata:  Vince e Stuart partecipano al funerale di Phil. Durante la veglia in casa Delaney, Vince conosce il commercialista Cameron. Nathan coinvolge il compagno Chris in un gioco erotico. Janice trova finalmente il coraggio di affrontare con il figlio il discorso sulle sue tendenze sessuali. Imbarazzato ed incapace di rispondere, il ragazzo fugge e finisce a Canal Street dove imbroglia il portiere di un locale per scoprire l'indirizzo di Hazel Tyler.

Domenica 18 febbraio 
dalle 15.30: Proiezione della quinta e sesta puntata di Queer as folk
Nella quinta puntata: Hazel consente a Nathan di stare da lei fino a quando le acque in casa Maloney non si saranno calmate. Vince accetta di uscire a cena con Cameron. Stuart si dimentica all'istante la promessa fatta alla sorella di badare ai suoi figli ed accetta di accompagnare un facoltoso cliente sposato in un giro dei locali gay di Manchester. La cena fra Vince e Cameron rischia di andare a monte a causa di un vorticoso giro di telefonate ed avvisi di chiamata.

Nella sesta puntata:  Stuart e Marie si recano dai loro genitori che stanno per divorziare. Vince presenta Cameron a sua madre. Janice e Hazel vanno in un gay bar dove si imbattono in Nathan, il quale, furioso ed imbarazzato per la presenza della madre, abbandona il locale. Il giorno dopo, Stuart si presenta alla scuola di Nathan, deciso a riportarlo a casa. Ma una volta arrivati dai Maloney, Stuart viene aggredito dal padre del ragazzo. Romey informa Stuart che sta per sposarsi col suo nuovo coinquilino.

Domenica 25 febbraio
dalle 15.30 Proiezione delle ultime due puntate della prima stagione di Queer as folk

Nella settima puntata: Stuart organizza una festa a sorpresa per il 30° compleanno di Vince. Le cose non vanno per il verso giusto quando al party si presenta anche Rosalie. La donna scopre così che il suo collega è gay. Furioso per il comportamento di Stuart, Vince abbandona la festa insieme a Cameron. Il giorno dopo, Stuart organizza un complicato intrigo insieme a Nathan per evitare il matrimonio fra Romey e Lance e screditare quest'ultimo di fronte a quelli dell'immigrazione.

 Nell’ultimo episodio della prima stagione: Vince teme che sul lavoro tutti stiano confabulando in segreto su di lui. Stuart sperimenta per la prima volta il rifiuto da parte di un uomo. Cameron comincia ad avere problemi con Vince che continua a parlargli del suo "amico". Jones sprofonda il suo malumore nell'alcol ma trova un valido aiuto in Nathan. Questi decide di scappare a Londra insieme a Donna. E alla fine, Vince capisce che Cameron non è l'uomo adatto per lui.

Il 4 marzo verranno proiettati entrambi gli episodi della seconda ed ultima stagione di Queer as folk.

Il Welcome è ogni domenica dalle 15,30 alle 19 presso il Circolo di Cultura Omosessuale Mario Mieli, in via Efeso 2A, a due passi dalla fermata della Metro B “S.Paolo Basilica”.

N.B. Per accedere alle attività del Circolo è necessario sottoscrivere la tessera associativa mensile (3 euro). Si ringraziano Federico De Lorenzi del sito TVeffe.net e l'editore Fabio Croce per la gentile collaborazione.